Ogni volta che osservi il tuo magazzino non sei soddisfatto e pensi che ci siano degli aspetti da migliorare, però non sai da dove iniziare? Allora sei nel posto giusto!

In questo articolo ti svelo alcuni semplici consigli che puoi mettere in pratica fin da subito per ottimizzare il tuo magazzino senza spendere una follia.

Non perdiamo tempo, iniziamo subito!

Consiglio n.1: cura la fase di accettazione

L’accettazione è la prima fase del processo logistico e molto spesso viene svolta in fretta e furia dedicandoci poca attenzione. Nulla di più sbagliato, perché un errore in fase di accettazione compromette anche tutti gli step successivi.

Tu hai idea di come viene eseguita nel tuo magazzino? Hai progettato un’area dedicata o la merce viene scaricata qua e là?

Nella maggior parte delle aziende prevale il secondo caso, con il risultato che si viene a creare una grande confusione in tutto lo stabilimento, occupando anche gli spazi degli altri reparti. 

La prima azione che devi fare per migliorare il tuo magazzino è quindi delineare una zona specifica dedicata a questa fase: in questo modo il tuo magazzino sarà più ordinato, non perderai tempo a cercare la merce e i tuoi colleghi non dovranno barcamenarsi tra gli scatoloni!

Consiglio n.2: effettua uno scrupoloso controllo quantità e qualità

La merce che viene consegnata in magazzino deve sempre essere accompagnata dall’apposita bolla, che ne indica il contenuto. È fondamentale che il personale addetto controlli che la merce entrata corrisponda a quella inserita nella bolla, ma a volte capita che questa operazione non venga fatta o venga fatta in modo superficiale. In questa fase solitamente non si riesce ancora a capire il valore del prodotto perché ora come ora rappresenta una voce di costo e non di guadagno. È proprio per questo, però, che il controllo quantità e qualità deve essere fatto nel modo più scrupoloso possibile.

Consiglio n.3: dedica attenzione al picking

Il picking, chiamato anche prelievo, viene svolto quando è necessario raggruppare pacchi, componenti, prodotti o materiali da elaborare e spedire.

Ci sono vari modi per effettuarlo, ad esempio il prelievo per cliente, per articolo, per ordine o il pick and pack. È buona regola che all’interno dello stesso magazzino coesistano metodologie di picking diverse per efficientare il processo. Il risultato ideale da raggiungere sarebbe quello del one touch, ossia di toccare il prodotto una sola volta prima di procedere con la sua spedizione.

picking

Consiglio n.4: scegli i giusti strumenti di lavoro

Prova a fare una fotografia degli strumenti di lavoro presenti nel tuo magazzino. Cosa vedi? Carrelli elevatori identici? Terminali uguali?

Se così fosse, probabilmente c’è qualcosa che non va. Ogni attività, infatti, necessita di uno strumento specifico. Non vale la pena usare lo stesso modello di terminale sia per l’attività di accettazione che di picking, perché avrai bisogno che i dispositivi abbiano caratteristiche diverse. Ibridazione, questa è la parola d’ordine!

Consiglio n.5: sfrutta l’altezza e la densità degli spazi

Non sai più dove mettere la merce nel tuo magazzino e stai pensando di acquistare uno spazio in una nuova struttura? C’è una bella notizia: nella maggior parte dei casi questo non è necessario. Sfruttando l’altezza e la densità degli spazi, ricaverai nuove aree dove collocare i tuoi articoli. Una soluzione molto utilizzata ultimamente sono i magazzini verticali. Nell’articolo ne parliamo in dettaglio! 

Consiglio n.6: investi nelle risorse umane

È vero, grazie alle nuove tecnologie molte attività logistiche possono essere fatte autonomamente dalle macchine, ma non può esistere magazzino senza uomo. Il settore della logistica corre veloce e mette alla prova anche i più esperti. Per questo è indispensabile che il personale venga formato continuamente: in questo modo sarà in grado di svolgere il lavoro mettendo in campo tutte le sue competenze. Oltre alla formazione, è importante che gli addetti vengano motivati, e questo è possibile solo coltivando le proprie doti di leadership.    

Sei pronto per mettere in pratica questi 6 step e migliorare il tuo magazzino?

Non vediamo l’ora di sapere quale sarà il risultato!

Se hai bisogno di una mano e vuoi chiedere altri consigli specifici per la tua realtà, richiedi una consulenza gratuita ai nostri esperti.

report-gratuito