Ci sono due tipi di persone: quelle che pensano che la tecnologia risolva tutti i problemi, che basti un software per non avere più un magazzino succhia soldi, e quelle che alla parola “automazione” si mettono le mani tra i capelli nel timore di cifre astronomiche per apparecchi che nessuno saprà mai usare. Qual è la risposta per la logistica del futuro?

Come ho già scritto ne I 7 peccati mortali + 1 della logistica di magazzino, la verità è una sola: «La tecnologia è il collante della strategia, ma non è la strategia.»

Tecnologia: il sistema di etichettatura e il WMS

Quante volte vedi i tuoi magazzinieri spostare bancali interi per raggiungere un prodotto che hanno cercato per ore? O vedi pacchi dimenticati in un angolo, senza sapere dove vanno collocati? Oppure ancora improvvisamente prendi coscienza di non sapere quanto vale la tua merce? In un magazzino è facile che scoppi il caos: passaggi ostruiti, procedure confusionarie, errori di distrazione, magazzinieri nervosi. La tecnologia può essere un’alleata preziosa per trasformare l’inferno del tuo magazzino in un paradiso di ricchezza. Due sono gli strumenti da prendere in considerazione:

Questi due sistemi tecnologici, se ben usati, potenzieranno il tuo magazzino in ottica di:

  • Flessibilità: immediata capacità di far fronte ai periodi di picco e agli imprevisti, senza il rischio di finire out of stock;
  • Ottimizzazione: eliminazione delle lunghe percorrenze a piedi o su carrello e azzeramento degli errori in fase di preparazione ordini;
  • Velocità: sostenuti tempi di stoccaggio, prelievo e spedizione.

Organizzazione: il layout del magazzino e il flusso operativo

La tecnologia da sola però non basta: per avere un magazzino efficace è fondamentale definire dei nuovi schemi organizzativi, applicati con costanza e impegno.

Il primo passo per facilitare al massimo l’attività del tuo magazzino è disegnare il layout del deposito in base al suo funzionamento e mappare lo spazio. Solo così potrai avere il controllo totale del tuo business: saprai sempre quanta merce hai e dove si trova, senza grandi consumi di risorse.

Il secondo passo è definire il flusso operativo secondo delle regole precise, ad esempio quella di operare per ordine singolo oppure per ordine multiplo. Una volta disegnato il flusso, dall’arrivo della merce alla sua uscita, potrai misurarne l’efficienza e migliorarlo costantemente.

Competenze: il valore di fare squadra

Mappare lo spazio, analizzare le procedure, applicare una strategia vincente è senza dubbio essenziale per trasformare il tuo magazzino succhia soldi in uno che sia fonte di ricchezza. Ma non dimenticare che il cambiamento parte sempre dalle persone. Sarà la tua squadra ad unire tecnologia e organizzazione, adattando i nuovi strumenti ai diversi contesti lavorativi. Offrendo loro i mezzi giusti, potrai gratificarli con attività di maggior valore e prevedere dei premi al raggiungimento dei risultati.

Solo dall’unione tra tecnologia, organizzazione e competenze potrà nascere la logistica del futuro. Se vuoi avere anche tu un magazzino all’avanguardia, automatizzato e flessibile, inizia il percorso in 10 step verso il successo.