Qualunque sia il settore merceologico della tua azienda, due sono le caratteristiche principali che negli ultimi anni caratterizzano la preparazione degli ordini:

  1. Una notevole frammentazione della quantità;
  2. La richiesta di consegne rapide.

È quindi necessario adottare la miglior strategia di preparazione degli ordini, che possa garantire ai tuoi clienti un servizio di qualità con un alto livello di efficienza.

Le metodologie per la corretta preparazione degli ordini

Si possono individuare tre principali metodi per la preparazione degli ordini. L’uno può convivere con l’altro senza che si escludano e e la scelta dipenderà da una serie di parametri qualitativi e quantitativi.

La preparazione degli ordini può essere fatta:

  • Per singolo ordine;
  • Per riepilogo: quando un certo numero di ordini viene preparato insieme, si prelevano i pezzi contemporaneamente e poi vengono suddivisi sui vari ordini;
  • Per batch: è come la preparazione per riepilogo ma per ordini con quantità unitarie molte basse e non troppo voluminose (caratteristico degli e-commerce). In questo caso si cerca di effettuare la suddivisione dei pezzi contestualmente al prelievo.

 

Come scegliere il metodo più adatto

 

Per scegliere quale metodo è più adatto alla preparazione dei tuoi ordini, ci sono molteplici fattori che entrano in gioco. Qui trovi un elenco dei fattori più significativi che devi prendere in considerazione per la tua scelta:

 

  • Numero complessivo di referenze di magazzino;
  • Lead time dei tuoi articoli;
  • Tipologia di tecnologia disponibile per la movimentazione dei materiali;
  • La grandezza dell’area per l’allestimento dell’ordine;
  • Numerosità degli ordini.

È bene osservare e analizzare la movimentazione delle merci all’interno del tuo magazzino. Non ti servirà solo per scegliere il corretto metodo per la preparazione degli ordini, ma anche per identificare gli scaffali più adatti al tuo magazzino.