Dal 1906 i bancali hanno mantenuto la stessa forma, quella che ha inventato la compagnia ferroviaria Pennsylvania Railroad. La forca caricatrice che avevano introdotto necessitava di unità di dimensioni standard predisposte all’inserimento della forca: i pallet. Il loro materiale, invece, è cambiato in base al tipo di prodotto e alle necessità. Tra queste necessità c’è quella di attuare uno sviluppo sostenibile, che possiamo favorire con l’utilizzo dei pallet in plastica.

È con la Seconda Guerra mondiale che i pallet si sono diffusi, quando venivano usati dagli americani per trasportare rifornimenti in Europa. Il passaggio all’uso civile è stato veloce e ancora oggi questa forma semplice ma funzionale è uno standard irrinunciabile nei sistemi logistici.

 

I vantaggi che offrono i pallet in plastica

Il tipo di bancale più utilizzato tuttora è quello in legno. Questo materiale infatti è reperibile facilmente e la lavorazione non è impegnativa. Purtroppo per ottenerlo vengono disboscate foreste, e l’opinione pubblica è ormai da tempo compattamente schierata contro i danni agli ecosistemi.

Al contrario, i pallet in materiale poliaccoppiato riciclato o HDPE o PET permettono di sviluppare un’economia circolare. Sono riciclabili e rispondono alle esigenze delle aziende di mostrare un’immagine di sé più green.

Non solo, i bancali in plastica offrono numerosi vantaggi:

  • Durano di più dei corrispettivi di legno (il rapporto di longevità è circa 10 a 1);
  • Sono lavabili e quindi sono più igienici;
  • Non possono proliferare batteri sulla loro superficie;
  • Sono ignifughi;
  • Sono più leggeri e maneggevoli.

 

Perché è importante valutare prima le proprie esigenze

Nella scelta del tipo di pallet adatto al tuo magazzino, devi tener conto del tipo di prodotto fabbricato o movimentato, del tuo sistema di stoccaggio e della normativa esistente.

La plastica, ad esempio, è più soggetta a deformarsi se il carico è eccessivo. D’altro canto, è invece particolarmente adatta per l’industria alimentare, perché facile da pulire.

Di solito i pallet in plastica rispettano i criteri di costruzione e le dimensioni degli europallet in legno di tipo 1, 2 e 3, perciò almeno in questi casi non bisogna prendere accorgimenti particolari.

 

Questo tipo di pallet poi è particolarmente adatto ai metodi di movimentazione dell’industria 4.0. Per saperne di più, leggi questo articolo che parla di automazione e digitalizzazione nella logistica.

 

Se devi organizzare un magazzino da zero, e non solo apportare qualche miglioramento, in questo articolo ti diamo qualche dritta per poggiare le basi di un magazzino efficiente ed efficace.

 

Scopri lo Starter Kit di Magazzino Efficace!